COSA SONO GLI ULTRABOOK? TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

Se quello che state cercando è un computer portatile leggero ma dalle prestazioni elevate, allora state pensando ad un ultrabook. Una sorta di notebook evoluto e di fascia alta con caratteristiche tecniche e di design molto ben definite.

Ultrabook infatti non è solo il nome di un prodotto bensì, un marchio registrato da Intel nel 2011 che identifica una categoria di computer portatili in grado di garantire specifici requisiti.

Ultrabook: i requisiti imposti da Intel

Parliamo di spessore che deve necessariamente essere inferiore a 21 millimetri, di un peso inferiore a 1,4 chilogrammi, di un’autonomia minima di 5 ore e infine, deve possedere un’unità di archiviazione dati SSD, singola o combinata insieme a un hard disk tradizionale.
Ovviamente l’ultrabook dovrà avere installato un processore Intel Core di ultima generazione e disporre di almeno un connettore USB 3.0.

Definito il requisito del marchio registrato, dobbiamo dire che in commercio ci sono prodotti che possiedono solo alcune di queste caratteristiche ma, l’ultrabook è tale esclusivamente se tutte sono contemporaneamente presenti nella dotazione.
A questo aspetto deve essere prestata una particolare attenzione perché spesso, trovandoci di fronte ad un computer portatile particolarmente sottile e dal design accattivante, siamo indotti a credere di essere di fronte ad un ultrabook.

Con piccole variazioni nella dotazione, il prezzo di un prodotto potrebbe essere ridotto considerevolmente e noi potremmo essere tentati di procedere all’acquisto in forza di una falsa convinzione, magari credendo di aver fatto un affare.
Il marchio ultrabook sui prodotti originali è sempre presente e costituisce una garanzia per i consumatori.

Ora che abbiamo identificato il prodotto in modo più preciso, possiamo analizzare alcune caratteristiche che lo rendono diverso da un tradizionale computer portatile. Questo pc è nato per soddisfare sempre maggiori richieste di maneggevolezza e praticità.
Sono molte infatti le persone che utilizzano il pc lontano dalla classica postazione di lavoro in ufficio.
Pensiamo a chi opera nel settore commerciale, ai tecnici specializzati, ai professionisti che operano nei cantieri, ma anche a chi si occupa di comunicazione, di marketing e ai giornalisti.
Tutte persone che devono avere sempre a disposizione uno strumento di lavoro efficiente, integrato, leggero e con una batteria che duri molte ore.

La risposta che gli ultrabook hanno dato a queste esigenze ne ha determinato il successo nelle vendite. Il peso ridotto al minimo lo rende un oggetto trasportabile da chiunque e le dimensioni di alcuni modelli fanno sì che possa trovare comodamente posto in una borsa a tracolla, la classica messenger, senza bisogno di viaggiare necessariamente con zaini ingombranti.

Quali sono le differenze sostanziali tra i prodotti che si trovano in commercio?

Il marchio registrato Intel e la rigida configurazione del prodotto hanno contribuito a generare un allineamento nell’offerta da parte delle varie case produttrici. Le differenze sostanziali riguarderanno tutta quella componentistica che non è soggetta alle regole del marchio come ad esempio gli schermi.

In commercio si trovano ultrabook con display di dimensioni che partono dagli 11,6 pollici per arrivare a un massimo di 15,6 pollici. Recentemente Intel ha reso obbligatoria l’installazione di schermi touchscreen per agevolare l’uso di Windows 8 e Windows 10.

Vogliamo provare a sintetizzare per voi le principali caratteristiche dei prodotti attualmente disponibili sul mercato.
Abbiamo parlato del peso. Ebbene, deve essere inferiore agli 1,5 kg. Attenzione, perchè si troveranno indicazioni contrastanti che parlato di peso inferiore ai 2 KG. Ricordiamo che sulle indicazioni Intel non sono ammesse deroghe.

Subito dopo il peso, per renderlo davvero un oggetto pratico e facilmente trasportabile, dobbiamo verificare le dimensioni che, devono essere ridotte, sia dal punto di vista dello spessore inferiore ai 2 cm, sia la grandezza dello schermo che non dovrà superare i 14 pollici.

L’autonomia, garantita sarà elevata grazie ai processori ULV a ridotto consumo energetico. I processori a basso voltaggio garantiscono il contenimento delle temperature difficile da ottenere in oggetti di dimensioni ridotte in quanto non c’è abbastanza spazio per investire in un efficiente sistema di raffreddamento. Le batterie, grazie a questi speciali processori, dureranno più del normale e sarà possibile utilizzarlo per tutto l’arco della giornata senza doversi interrompere per cercare una fonte di ricarica.

Per concludere non possiamo non sottolineare le prestazioni dei processori Intel Core i5 o i7. I processori i7 sono fra i più avanzati e offrono capacità maggiori rispetto alle CPU Core i5.
Grazie a prestazioni della CPU decisamente superiori, i processori i7 risultano più adatti per un uso multifunzionale, riproduzione di contenuti multimediali, videogiochi di fascia alta, lavoro intenso su applicazioni come Adobe Creative Suite e lavoro scientifico. Ottimo per chi sceglie di acquistare un ultrabook per uso professionale.

Concludiamo ricordando che questi computer portatili sono un concentrato di tecnologia e innovazione e qualunque sia il motivo per procedere all’acquisto, l’ultrabook non deluderà le aspettative. Per chi fosse realmente attratto da questi dispositivi, consigliamo la guida all’acquisto del portale DGTalkers, sempre aggiornata con i prodotti più recenti in commercio.